identificazion  /-òn/  i|den|ti|fi|ca|zi|on  [AF]

  1. s.f. il rivâ a cognossi o il fâ cognossi la identitât di cdn. o di alcla polizie e je intervignude in plui di une ocasion cuintri dai students cun cjariis e cu la identificazion dai partecipants (Carli Pup, Simpri plui aiar di indipendence)
    Sin. individuazion, ricognossiment
  2. s.f. corispondence, ecuivalence jenfri doi o plui elementsil futûr dal vin furlan al è inte identificazion jenfri vin e teritori simpri plui strente (Enrico Peterlunger, Storie curte de vît in Friûl)
    1. cui che al incjarne, che al rapresente un concet, une comunitât, une struture e v.i.no si voleve gjavâ a Rossi, che come che si à dite al jere par tancj la identificazion stesse di Onde Furlane, une incarghe prestigjose (Max Mauro, Un Friûl difarent: i 90 mhz di Onde Furlane)
      Sin. personificazion
  3. s.f. adesion complete a di une situazion, a di une atmosfere, a di une ideologjie e v.i.Burat, di segretari e coordenadôr des cunvignis, al fâs che i intervents di ducj a sedin variantis di un unic so intervent, tante e je la identificazion e la partecipazion che al sa costruî (Adrian Cescje, Memoriis di politiche linguistiche)